Studio dott.ssa Rizzato

Psicologa a Milano

via Caccialepori 11
20148 Milano
tel. 320 77 424 78

Navigazione

Contenuto della pagina

Ansia

L’ansia è un’emozione che ha un ruolo molto importante e non è unicamente un fenomeno negativo.
L’ansia si attiva quando una situazione viene percepita soggettivamente come pericolosa. Possiamo distinguere tra un’ansia:

  • Utile o fisiologica: quando svolge una funzione protettiva e prepara l’organiamo a reagire con prontezza e attenzione al pericolo. Un’ansia moderata aiuta a essere vigili durante situazioni potenzialmente difficili (guidare, fare sport, affrontare situazioni importanti)
  • Patologica: quando permane anche in assenza di stimoli di pericolo o ha un’intensità eccessiva. Infatti se un’ansia moderata aiuta a mantenere un’attivazione fisiologica adatta a svolgere con più attenzione i compiti, un’ansia eccessiva tende a far sentire bloccati e diventa quindi controproducente.

Durante la vita quotidiana ci confrontiamo con molte situazioni che ci portano ad essere ansiosi o preoccupati, per il lavoro, i figli, la salute. Poiché, come abbiamo visto, l’ansia ha anche una funzione benefica, l’obiettivo non sarà quello di evitare le situazioni stressanti o di eliminare l’ansia, ma di ridurre l’ansia eccessiva per poter affrontare al meglio le situazioni.

Effetti di un disturbo d’ansia
I disturbi d’ansia creano

  • continue limitazioni alle attività delle persone che ne soffrono,
  • riducendo così la qualità della vita sociale, affettiva, lavorativa.

La persona in questa situazione può avvertire un senso di inadeguatezza, sentirsi differente dagli altri, isolata e può cercare di risolvere la situazione evitando gli eventi che creano ansia. In molti casi l’evitamento finisce con il rafforzare l’ansia anticipatoria, che si presenta in previsione di eventi ansiogeni futuri.
Questa situazione può portare a :

  • senso di sconfitta e demoralizzazione
  • stanchezza
  • disturbi del sonno

Quando rivolgersi a uno psicologo
Abbiamo visto come una certa quota di ansia e preoccupazione sia fisiologica.
Quindi quando è importante rivolgersi a uno specialista?

  • Se l’ansia o la preoccupazione creano disagio
  • Se l’ansia è eccessiva e condiziona lo svolgimento delle attività quotidiane (per esempio se evito di uscire da solo, di andare al supermercato, di guidare)

Altri approfondimenti